Ricette di cappello del prete con cipolle

8 Salvare
CAPPELLO DA PRETE ALLE NOCI

CAPPELLO DA PRETE ALLE NOCI

Insaporite la carne in una grande casseruola con un soffritto di olio e cipolla. Bagnatela poi con 2 bicchieri di vino bianco, aggiungete 2 bicchieri di latte e tanto brodo quanto ne serve perché la carne risulti immersa per metà nel liquido. cappello da prete di vitello kg 1,2 - gherigli di noce g 120 - panna fresca g 100 - una cipolla - latte - vino bianco secco - prezzemolo - brodo
2 Salvare
CAPPELLO DEL PRETE “TONNATO”

CAPPELLO DEL PRETE “TONNATO”

Affettate le cipolle e raccoglietele in una casseruola con il sedano a tocchi, un ciuffo di salvia, 2 foglie di alloro e 5 cucchiai di olio. Accomodate nella casseruola il cappello del prete e rosolatelo sulla fiamma vivace per 3-4' per lato. cappello del prete kg 1,7 - cipolle g 360 - ventresca di tonno g 150 - un gambo di sedano - vino bianco secco - aceto di vino bianco - capperi sotto
0 Salvare
CAPPELLO DA PRETE CON SALSA ALL'UOVO

CAPPELLO DA PRETE CON SALSA ALL'UOVO

In una grande casseruola preparate un brodo con 2 bicchieri di vino, 2 foglie di alloro, qualche grano di pepe, un rametto di rosmarino e uno di timo, 2 spicchi di aglio non sbucciati, le carote mondate e ridotte in grossi tocchi, il sedano diviso in 3 parti, le cipolle sbucciate e tagliate a metà,. cappello da prete kg 1,2 - asparagi g 300 - spinaci novelli mondati g 150 - 4 tuorli - 2 piccole cipolle - 2 carote - una costa di sedano - un uovo -
27 Salvare
Finto filetto in salsa

Finto filetto in salsa

cappello del prete. In un bicchiere unisco la salsa di soia, la senape, l'olio, il burro avanzato della cottura della carne (così è anche molto saporito) ed il miele ed amalgamo il tutto con un frustino a mano (o se preferite frullate con il mixer ad immersione, secondo me però a mano il risultato è migliore)
8 Salvare
Aosta, 1013°  fiera di Sant'Orso - 1013° foire de Saint Ours , parte I

Aosta, 1013° fiera di Sant'Orso - 1013° foire de Saint Ours , parte I

Un'avventura a partire dal viaggio su un treno preso per miracolo perché strapieno già alla partenza da Torino Porta Nuova, sedute sui basamenti dei sedili in compagnia di una ragazza tunisina con la quale scambiare informazioni turistiche sugli usi delle transumanze alpine e nel deserto - uguali, pare che anche lì la popolazione ci vada per quattro mesi all'anno, come i nostri montanari all'alpeggio, per analoghi motivi - e con gustosi aneddoti sull'impossibilità di perdersi ne deserto per via del traffico e della tendenza al pettegolezzo della gente del posto
Suggerimenti di ricerca e pagine